L'esperto Semalt suggerisce una soluzione rapida per lo spam di referral di Google Analytics

Il brusio su Internet sta aumentando il modo in cui lo spam di riferimento è in aumento e come rovina i dati analitici. Lo spam di riferimento riguarda tutti gli utenti online. Non c'è molta causa di allarme, ma è molto fastidioso. Inoltre, a seconda delle dimensioni della pagina Web, lo spam di riferimento potrebbe avere un impatto negativo sui dati analitici e sul processo decisionale. I siti Web che ricevono enormi quantità di traffico organico possono soffrire molto poco dello spam di riferimento in quanto influiscono in modo limitato sui risultati segnalati. Tuttavia, per i siti Web di piccole dimensioni, potrebbe avere un grave impatto sulla campagna di marketing.

Gran parte delle soluzioni fornite online punta a mantenere un elenco regolarmente aggiornato di tutti i domini spam che interessano il sito Web. Sembra molto poco pratico per non dire altro.

È il motivo per cui Igor Gamanenko, il principale esperto di Semalt , delinea alcune delle caratteristiche che dovrebbero aiutare a realizzare il grande potenziale che esiste nel creare tali elenchi.

Sfondo spam di riferimento

Per i nuovi utenti o le persone che sentono parlare dello spam di riferimento per la prima volta, non dovrebbero preoccuparsi. Nell'account Google Analytics di loro proprietà, dovrebbero scorrere i domini di riferimento e cercare se uno di questi appare nell'elenco:

  • Guardlink.org - 215
  • Simple-share-buttons.com - 133
  • Free-share-buttons.com - 71
  • Forum.topic50813058.darodar.com - 55
  • Free-social-buttons.com - 41
  • www.event-tracking.com - 34
  • Site26.simple-share-buttons.com - 26
  • www3.free-social-buttons.com - 23
  • www.Get-Free-Traffic-Now.com - 18
  • Buy-cheap-online.info - 17

L'elenco fornito sopra proviene da un account fittizio creato da un utente che non ha finito per usarlo. Pertanto, l'account non ha ricevuto un ID di tracciamento. Ciò dimostra che, in base al profilo di Google Analytics, gli spammer hanno finito per scorrere gli ID casuali con la speranza di ottenere una risposta. Le cifre associate a ciascun dominio sono sicuramente visite generate dallo spam referral.

filtri

Vale la pena notare che i dati raccolti da Google Analytics sono privi di spam solo se l'utente applica un filtro. Bisogna creare un segmento, inclusivo di tutte le regole di filtro che vogliono usare. È un processo gratuito. Dagli esempi forniti, le sessioni di spam rientrano principalmente in una o entrambe le seguenti categorie:

  • Hostname non valido. Significa che non si riferisce al tuo sito.
  • Risoluzione dello schermo. L'utente non ha ancora impostato la risoluzione dello schermo per il sito Web.

Pertanto, utilizzando i due filtri, l'utente può escluderli permanentemente dal report.

Le ultime poche sessioni

Se non si desidera creare e mantenere un elenco di domini, è possibile eliminare le poche visite precedenti. Applica la tecnica dello spammer contro di loro. Dal momento che è relativamente facile individuare un dominio spam, si può filtrare quello specifico per assicurarsi che non appaia in ogni nuova ondata di nuovi spam di riferimento. Pertanto, l'utente non ha bisogno di continuare ad aggiornare l'elenco e ad espandere le regole del filtro.